News

MarteLabel, sconfiggo la crisi e mi rinnovo

 logo_martelab1MarteLabel, sconfiggo la crisi e mi rinnovo
 L’etichetta discografica, nata dall’esperienza di MarteLive, è pronto a entrare in una nuova fase    
  
NEW YORK- Nel 2008, anno disastroso per l’economia mondiale, tra i primi a  pagare le spese di una crisi che continua a far male ancora oggi, ci furono sicuramente gli artisti indipendenti. Finanziamenti bloccati, piccoli teatri chiusi, personale senza stipendi, spettacoli lasciati a metà per mancanza di risorse. Case discografiche con le casse in rosso; per chi usciva da un negozio con un cd musicale originale in mano, scattava l’applauso. Nessuno infatti comprava più dischi.

 

 

LA MUSICA AMERICANA? HA RADICI ANCHE ITALIANE

doniUna ricerca dell'etnomusicologa Giuliana Fugazzotto rivela le origini italiche di gran parte della produzione discografica statunitense del Primo trentennio del Novecento

LA MUSICA AMERICANA? HA RADICI ANCHE ITALIANE
 

Prodotto dalla Biblioteca di Sardegna, lo studio sarà presentato oggi all'Istituto Italiano di Cultura di Chicago


COMUNICATO STAMPA-In America si cantava italiano. Un archivio e un libro scoprono i gusti musicali del Primo Novecento statunitense e rivelano una sorprendente verità: la musica popolare americana è in gran parte opera di emigrati italiani che nel primo trentennio del secolo scorso produssero oltreoceano circa 7500 documenti sonori tra genere operistico, canzone napoletana, musica da ballo e altre varietà strumentali.


 

La nuova WiFi Radio per ascoltare ICN!

ICN_RADIO-VENDITA_RADIO_WIFI

 

MUSICA/MET OPERA: Una magnifica Anna Netrebko trascina il cast dell'Elisir d'amore di Donizzetti

elisir_2MUSICA/MET OPERA: Una magnifica Anna Netrebko  trascina il cast dell'Elisir d'amore di Donizzetti

NEW YORK- Poter assistere alla rappresentazione dell’opera Elisir D’amore deve essere sempre considerate un privilegio, perché capace di raccontare le sfaccettature dell’amore con leggerezza e fine ironia.

 

New York/Macy's avrà un "volto" nuovo, stanziati $400 milioni per la ristrutturazione

Macys-Herald-Square-HarkinNew York/Macy's avrà un "volto" nuovo, stanziati $400 milioni per la ristrutturazione  

(ANSA) -NEW YORK, 19 SET - I grandi magazzini Macy's di New York si rifanno il look con una ristrutturazione da 400 milioni di dollari. L'operazione, che si concluderà nel 2015, punta a dare un volto nuovo all'edificio, e prevede anche un ampliamento della superficie. A molti affezionati del Macy's vecchio stile, tuttavia, la demolizione di alcuni reparti Art Decò per lasciare il posto a un design più moderno non piace, e temono la rovina del negozio icona della Grande Mela, che perderebbe personalità diventando simile a molti altri luoghi.

 

New York/Tutte vendute le penthouses del 'One57', il grattacielo residenziale più alto e più caro della Big Apple

One57-Penthouse-New-York_2New York/Tutte vendute le penthouses del 'One57', il grattacielo residenziale più alto e più caro della Big Apple 

(ANSA) - NEW YORK, 19 SET - E' già stato soprannominato il 'club dei Paperoni': il grattacielo 'One57', in costruzione a Manhattan con vista mozzafiato sul Central Park, avrà presto la palma di costruzione residenziale più alta della Grande Mela. Ma per tutti il suo titolo è un altro, quello di paradiso dei miliardari. Gli acquirenti dei nove appartamenti super lusso agli ultimi piani, già venduti, sono tutti ultra ricchi: secondo quanto riporta il quotidiano New York Times infatti, il prezzo delle due abitazioni più costose - gli attici all'89/mo e al 90/mo piano - superano quota 90 milioni di dollari.

   

USA: All’asta città più piccola, 100.000 dollari

bufordUSA: All’asta città più piccola, 100.000 dollari

(ANSA) - NEW YORK, 5 APR - Finisce all'asta la città più piccola degli Stati Uniti. Buford in Wyoming ha solo un abitante, una pompa di benzina con annesso un mini supermarket e si estende su una superficie di quattro ettari. Prezzo di partenza 100mila dollari. Buford è una delle due minuscole città del West ad essere messa in vendita dopo che i proprietari hanno perso il coniuge e i figli adulti si sono trasferiti altrove. L'altra cittadina è Pray in Montana, otto abitanti e una posizione panoramica a nord del parco nazionale di Yellowstone, é sul mercato per un milione e 400mila dollari. Entrambe le comunità hanno avuto un boom di crescita alla fine del 19mo secolo quando le ferrovie hanno attirato persone nelle zone di frontiera per la facilità con cui si poteva ottenere un pezzo di terra.

   

New York/La battaglia antifumo di Bloomberg entra in casa

smoking-ban-signNew York/La battaglia antifumo di Bloomberg entra in casa

New York, 18 apr. (TMNews) - Continua la battaglia contro il fumo del sindaco di New York Michael Bloomberg, che dopo aver messo al bando le sigarette nei parchi cittadini, sta pianificando una nuova legge per richiedere agli edifici residenziali di determinare, con specifiche regole scritte, le aree in cui è permesso fumare. "Riteniamo che le persone debbano essere informate sulla possibile esposizione al fumo passivo prima di comprare o affittare una casa" ha spiegato Thomas Farley, commissario del Dipartimento di salute e igiene del comune. "Sappiamo che il fumo passivo può passare da un appartamento all'altro, e può raggiungere livelli rischiosi per la salute".

Il disegno di legge prevede che gli edifici specifichino esattamente dove è proibito fumare all'esterno e dentro la struttura: nelle aree comuni, sui balconi, nei cortili e addirittura nelle case private.

   

New York/Pippa si trasferisce nella Grande Mela

Pippa-Middleton_23New York/Pippa si trasferisce nella Grande Mela

(ANSA) - LONDRA, 9 MAG - Se New York non può avere la Royal Family britannica, i molti fan di Buckingam Palace oltreatlantico non possono restare delusi. Secondo la rivista britannica Grazia, Pippa Middleton sta per trasferirsi nella Grande Mela. La sorella minore di Kate Middleton avrebbe deciso di spostarsi in America per lavorare a 'Celebrate', il libro sulla organizzazione delle feste (spin-off del business di famiglia), che dovrebbe approdare in libreria in ottobre. Pippa avrebbe lasciato il suo lavoro a Table Talk, una società londinese di catering in grande stile.

   

Sondaggi/New York: il 57% è favorevole alla legalizzazione marijuana

maria_2Sondaggi/New York: il 57% è favorevole alla legalizzazione marijuana

New York, 16 mag. (TMNews) - La maggior parte degli abitanti di New York, il 57%, è favorevole alla legalizzazione della marijuana, in particolare per uso medico: lo sostiene un nuovo sondaggio pubblicato oggi dal Siena College. I ricercatori hanno intervistato un campione di 766 newyorkesi di età e sesso diversi: solo il 33% degli intervistati si opporrebbe all'eventualità di legalizzare la marijuana. La maggior parte dei democratici o di chi si è dichiarato politicamente indipendente è favorevole alla legalizzazione, mentre i repubblicani sono divisi sulla questione.

   

Pagina 1 di 36

1 DOW 20,837.44
+15.68 (0.08%)    
2 MIB €18.48
+0.31 (1.68%)    
3 NASDAQ 5,861.90
+16.59 (0.28%)    

Leggi commenti

  • Domanda per un prestito veloce e conveniente con Fidelity Bank Finance... leggi...
  • Ciao Mr e Mrs Io do prestiti tra particolare seria e la gente in parti... leggi...
  • Se ho trovato il sorriso è grazie a signor NAPOLITANO Augusto che ho r... leggi...
  • I am now not sure the place you're getting your info, but great topic.... leggi...